La guerra per i propri diritti